Patente Europea ECDL - Colonna-gatti Anzio-Nettuno

Vai ai contenuti

Menu principale:

Patente Europea ECDL

Scuola



Cosa è
La ECDL - European Computer Driving Licence, ossia la "Patente Europea di Guida del Computer" è un certificato internazionalmente riconosciuto comprovante che il suo titolare ha una conoscenza dei concetti fondamentali dell'informatica e possiede le capacità necessarie per usare un personal computer nelle applicazioni più comuni, ad un livello di base.
A chi serve  
Agli Studenti:la Patente ECDL dà diritto ad ottenere un credito formativo valevole per gli esami di Stato e presso l'Università

Agli aspiranti ad un impiego pubblico:la Patente ECDL permette al suo possessore di ottenere una specifica qualifica professionale in occasione dell'inserimento nelle liste di collocamento e di ottenere l'ammissione a determinati concorsi banditi dall' Amministrazione Pubblica e l'attribuzione di uno specifico punteggio nella valutazione dei titoli di merito.

Come si ottiene
Per ottenere la Patente ECDL è necessario avere superato:

1 esame teorico, che misura la conoscenza dei concetti di base della Tecnologia dell'Informazione;

6 esami pratici, che misurano la competenza nell'uso effettivo del computer nelle applicazioni standard di uso corrente nell'ambito di un'azienda, un ente pubblico o privato, uno studio professional
Dove si ottiene
Chi desidera sostenere gli esami per il conseguimento della patente ECDL puo' rivolgersi presso il nostro Istituto
Le persone
Responsabile test center: Prof. Pagano

Per iscriversi
Effettuare il versamento nel c/c N.
intestato a :
I.P.S.S.C COLONNA-GATTTI
Via Filibeck, 2 Anzio (Roma)
ed inserire la causale Acquisto skills Card o/e Associazione a Didasca o/e
Esame n...)

Corsi
L'Istituto organizza corsi finalizzati al conseguimento della patente ECDL nelle ore pomeridiane.

Vedere Informativa e Modulo Iscrizione

Informazioni
Per maggiori informazioni chiedere del responsabile ECDL
oppure visitare i seguenti link

A.I.C.A.   


Il syllabus ECDL

La Certificazione ECDL si ottiene seguendo un percorso di studio e di acquisizione di competenze pratiche codificato in un documento denominato Syllabus , redatto dalla ECDL Foundation .
Il Syllabus rappresenta lo standard di riferimento, definito a livello internazionale, che consente di sviluppare nei vari Paesi aderenti al Programma ECDL i materiali per lo studio e di uniformare i test di valutazione dell'apprendimento.
Il percorso di studio codificato dal Syllabus ECDL Core non riguarda gli specialisti di informatica, bensì gli utenti comuni di tale tecnologia. Non riguarda cioè la fascia relativamente ristretta di coloro che fanno dell'informatica una professione, ma la grande moltitudine di persone alle quali, nei più svariati settori di attività, oggi viene richiesto di saper usare il computer in modo competente.
Il Syllabus della ECDL Core si compone di 7 Moduli , per ciascuno dei quali è previsto il relativo test.
I moduli in discorso sono i seguenti:

Modulo 1
Basic concepts of Information Technology
Concetti di base della Tecnologia dell'Informazione

Modulo 2
Using the computer and managing files
Usare il computer e gestire i file

Modulo 3
Word processing
Elaborazione testi

Modulo 4
Spreadsheets
Foglio elettronico

Modulo 5
Database/Filing systems
Basi di dati

Modulo 6
Presentation
Presentazione

Modulo 7
Information Network Services
Reti informatiche.

Il testo integrale del Syllabus ECDL Core si può consultare cliccando il seguente link: Syllabus ECDL .

Il valore della certificazione ECDL  
La Certificazione ECDL entra ufficialmente nelle strategie dell' Unione Europea quando in data 4 febbraio 2000 la Commissione della Comunità Europea emette un ampio e documentato rapporto dal titolo Strategie per l'occupazione nella Società dell'Informatizzazione .
In tale documento la Certificazione ECDL viene esplicitamente proposta agli Stati membri come strumento standard per la certificazione delle competenze di base nell'uso del computer .
In Italia la Certificazione ECDL è stata riconosciuta:

dal Dipartimento della Funzione Pubblica (Presidenza del Consiglio dei Ministri)

dal Ministero della Pubblica Istruzione

alla Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI)

dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

da numerose Regioni

quale Titolo di merito valido ai fini dell'attribuzione di un punteggio nei concorsi per soli titoli, o per titoli ed esami, e quale credito formativo del lavoratore .
Tale riconoscimento sancisce ufficialmente il ruolo della Certificazione ECDL oltre che nel mondo della Scuola (scuole pubbliche e legalmente riconosciute) anche nel mondo del Lavoro .
La Certificazione ECDL rappresenta non solo un paradigma di riferimento delle abilità informatiche di base ma anche lo standard per l' alfabetizzazione informatica .
In questo senso essa viene richiesta da parte di numerosissime Aziende in occasione delle attività di ricerca di personale.
L'ECDL è la certificazione di determinate competenze, importanti in molte professioni, ma non è una qualifica professionale e, come tale, non può essere utilizzata – ad esempio – ai fini della Legge quadro n. 845 del 21 dicembre 1978.
Va comunque detto che ai fini del punteggio nei Concorsi Pubblici per titoli (o per titoli ed esami), il Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha dato parere positivo circa la possibilità di includere il Certificato ECDL fra i titoli culturali di merito.
La decisione è comunque a discrezione delle singole Commissioni, che devono valutare se il livello di conoscenze informatiche richiesto per i profili professionali a concorso coincida con il livello formativo garantito dalla Certificazione ECDL.
L'ECDL può quindi essere fatta valere ai fini dell'avanzamento nella carriera nella pubblica amministrazione, ma la decisione è lasciata alle singole amministrazioni.
L'ECDL è comunemente accettato come credito formativo agli esami di Stato (negli istituti scolastici superiori) e in molte università. Tuttavia, in una situazione di crescente decentramento, in cui ogni singolo Istituto scolastico, ogni singolo Ateneo, ogni singola Regione e ogni singola Provincia (da cui dipendono amministrativamente i Centri per l'Impiego) sono autonomi in materia di crediti formativi, non esiste una situazione omogenea per quanto riguarda i riconoscimenti, ed ogni Ente può decidere in proprio se riconoscere un titolo come credito formativo e quale punteggio assegnare.
Pertanto, per ogni caso specifico, la domanda relativa alla validità dell'ECDL come credito formativo e al relativo punteggio assegnato deve essere posta non ad AICA, ma all'Ente presso il quale si intende "spendere" la certificazione ECDL (Core, Advanced, Specialised), sia esso un Istituto scolastico, un'Università, un Centro per l'Impiego o una Commissione di concorso .
Agli esami di Stato (ex Diploma di Maturità) la valutazione dei crediti formativi, in termini di punteggio, dipende dal Consiglio di Classe in base anche ai risultati raggiunti dallo studente durante l'anno. In base alla normativa sulle autonomie scolastiche, non esiste alcuna disposizione che possa obbligare lo studente delle scuole statali di ogni ordine e grado al conseguimento della Certificazione ECDL.
A livello universitario , sempre in base alla legge sulla autonomia, la decisione se e come (cioè con quale punteggio) riconoscere i crediti spetta alle singole Università. In generale ciascuna Università stabilisce il punteggio da assegnare ai vari crediti formativi, e quindi anche alla Certificazione ECDL, in base alla durata del corso istituzionale previsto per il suo conseguimento.
Bisogna tenere presente che alcune Università e alcuni Istituti medi superiori ammettono come credito formativo anche il Certificato ECDL Start , rilasciato a richiesta da AICA al superamento di 4 qualsiasi dei 7 esami previsti. Naturalmente il punteggio assegnato sarà inferiore a quello assegnato a ECDL completo.
In attesa di delibere organiche in merito da parte delle Regioni convenzionate con AICA (Campania, Lazio, Lombardia, Piemonte, Sicilia, Veneto), chi ha conseguito la Certificazione ECDL, per farsela riconoscere dal Centro per l'Impiego ( CPI ) di competenza, deve fare riferimento al documento Prot. 151/IV del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali datato 4.7.2003. In questo documento, con oggetto "Richiesta di Riconoscimento Certificazione ECDL da parte dei Centri per l'Impiego" (che fa seguito alla lettera prot. 477/03.01 del 26.6.2003) si specifica "… la certificazione ECDL viene attualmente riconosciuta dai CPI e gestito negli applicativi in uso quale titolo valutabile per l'incontro domanda/offerta di lavoro ."

 
 

CSS Valido!

CSS Valido!

Torna ai contenuti | Torna al menu