Alternanza Scuola-Lavoro - Colonna-gatti Anzio-Nettuno

Vai ai contenuti

Menu principale:

Alternanza Scuola-Lavoro

Scuola

ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO SETTORE MODA

Gli allievi sono stati inseriti, rispettando i loro interessi, le loro capacità ed abilità, nelle diverse sartorie industriali, artigianali, teatrali e atelier da sposa presenti sul territorio. Le attività in azienda consentono di sperimentare dal vivo quanto appreso in aula durante le esercitazioni pratiche danno la possibilità di sperimentare il proprio senso di responsabilità misurandosi con la gestione della attività, di migliorare i rapporti interpersonali, di gestire il lavoro in equipe, di saper condurre una efficace comunicazione verbale e non verbale, di porsi in maniera ordinata e precisa. L’ inserimento nei negozi del settore (abbigliamento, tessuti, mercerie) si rivelano fonte preziosa di creazioni innovative. In negozio arrivano le ultime collezioni che oltre a suggerire linee, tagli, nuovi tessuti e proposte di colore ispirano la capacità creativa degli allievi. Inoltre il negozio offre la possibilità di sperimentare il proprio senso di responsabilità misurandosi con la gestione della attività, di migliorare i rapporti interpersonali, di gestire il lavoro in equipe, di saper condurre una efficace comunicazione verbale e non verbale con i clienti, di formarsi nelle azioni di merchandising, di porsi in maniera ordinata e precisa.  L'alternanza scuola lavoro favorisce l'acquisizione di conoscenze e di competenze non solo professionali, ma anche sociali e personali. Obbiettivo dell’alternanza scuola-lavoro è far acquisire agli studenti , mediante esperienze nel mondo del lavoro, alcune competenze professionali e altre non strettamente legate a una professione o disciplina specifica, utilizzabili e spendibili in  diversi contesti e per differenti finalità.

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO SERVIZI COMMERCIALI

L'Istituto” COLONNA – GATTI ”  si caratterizza, oltre che per la qualificazione professionale degli allievi, anche per l’attenzione alla loro formazione con piani di studi aggiornati, diverse attività integrative e progetti personalizzati per situazioni di handicap.

I settori presenti nell’Istituto ben rappresentano ed interpretano le possibili richieste in campo occupazionale in un sistema economico locale, il cui tessuto si fonda sulla piccola impresa artigianale, commerciale / turistica.
E’ prevista l’adesione al Progetto di “Alternanza Scuola-Lavoro” che  consente agli studenti delle classi  4^ e 5^ l’acquisizione di competenze finalizzate al mondo del lavoro.
L’esperienza di stage aziendale concorre all’acquisizione e/o al rafforzamento di competenze sia di natura tecnico professionali che di natura  relazionale.

I nostri allievi hanno, da tempo ormai consolidato, esperienze nel settore commerciale sia per l’aspetto aziendale sia turistico. Sono stati ospitati come stagisti da professionisti, imprese, alberghi ed agenzie di viaggio, sartorie ed enti pubblici,  riportando nella maggior parte dei casi, relazioni più che soddisfacenti.

Si ritiene pertanto opportuno e proficuo riproporre l’attività di stages, più che mai necessaria nel settore Servizi ed Artigianale, con i seguenti obiettivi.

1) FINALITA’  GENERALI

Attraverso lo stage gli studenti entrano in contatto con le realtà economiche presenti sul territorio e acquisiscono consapevolezza sia delle esigenze comportamentali da assumere nel lavoro sia di quelle legate in modo più specifico alle competenze da acquisire e/o affinare. Esso costituisce anche un momento di confronto, di dibattito e di scambio.
A livello di Consiglio di Classe e, più in generale, di Istituto diventa un momento di verifica dell’attività didattica e della sua congruità rispetto alla   realtà esterna alla scuola.
Infine  una concreta esperienza di lavoro offre allo studente la possibilità di compiere scelte per il post – diploma più in linea con le proprie capacità, aspirazioni e possibilità.
Gli obiettivi dell’attività possono così sintetizzarsi:
•    Rappresentare l’organizzazione del lavoro, della funzione o del servizio;
•    Osservare e descrivere il ruolo professionale a cui fa riferimento;
•    Verificare concretamente i contenuti delle discipline tecniche e le loro congruità con realtà            
    aziendali;
•    Acquisire e/o migliorare le abilità trasversali utili in ogni ambiente lavorativo;
•    Orientare alle scelte professionali o più in generale alle scelte post – diploma;
•    Rimotivare allo studio.

2) OBIETTIVI COGNITIVI  E TRASVERSALI  

Sul piano cognitivo, si prendono  in considerazione:
- la capacità di organizzare il lavoro,
-  proporre soluzioni,
- valutare realisticamente le soluzioni proposte,
- ricorrere a strumenti adeguati,
- realizzare praticamente le ipotesi,
- relazionare in modo corretto.

Sotto il profilo comportamentale si considerano:
- la partecipazione propositiva al lavoro,
- l’impegno nel portare a termine il compito,
- la disponibilità al confronto,
la capacità di ascoltare, chiedere, esprimere il proprio parere,
- la capacità di prendere decisioni,
- l’autonomia rispetto agli altri.

3) COMPETENZE
Competenze tecnico – professionali:  sono costituite dai saperi e dalle tecniche che sono proprie di ogni specifico  profilo professionale;
Competenze relazionali (definite anche trasversali): sono quelle caratteristiche dell’individuo che si esplicitano nella capacità di trasformare un sapere tecnico in una prestazione lavorativa efficace.  Generalmente si intendono competenze relazionali:
- la capacità di comunicare,
- di negoziare,
- di lavorare in gruppo,
- di diagnosi,  
- di autodiagnosi.

4) MODALITÀ DI ATTUAZIONE E SPECIFICAZIONI COMPLEMENTARI
Dall’anno scolastico, 2011/12, le attività della terza area vengono sostituite con quelle dell’alternanza scuola-lavoro, come da DPR 15 marzo 2010 n.87 comma 8, che prevede 132 ore da suddividere nelle due classi terminali del corso di studi (66 per le quarte e 66 per le quinte).
Il tutto  verrà gestito e coordinato dal Dirigente Scolastico ed dal Personale Amministrativo specificatamente incaricato, con i Tutor di Stage, il cui insieme costituisce lo Staff operativo di consulenza e di collaborazione.
a) Tutti gli allievi hanno il dovere di partecipare
b) Ciascun allievo verrà indirizzato ad Azienda o servizio eventualmente segnalati e previamente verificati come disponibili e verrà seguito dal Tutor scolastico di stage appositamente nominato, individuato tra docenti disponibili, il cui compito centrale, è di verificare l’attuazione del Progetto formativo preventivamente concordato tra Azienda e Allievo
c) L’assegnazione alle Aziende avviene democraticamente in una riunione con tutti i partecipanti dello stesso indirizzo, tenendo conto per quanto possibile: delle preferenze, della vicinanza, delle conoscenze e delle attitudini degli alunni
d) Le classi 3^ saranno principalmente rivolte ad un approccio generale ed orientativo alla realtà lavorativa, come entità economico – produttiva e di servizi organizzata
e) Gli allievi sono tenuti a rispettare quanto convenuto tra Istituto  ed Azienda e devono, se minorenni, presentare assenso da parte del soggetto esercente patria potestà; riferiranno, dapprima al proprio Tutor di stage e poi alla classe di appartenenza, il significato ed i contenuti dell’esperienza compiuta;  ovviamente per ogni problema insorgente durante il tirocinio, dovranno fare riferimento al proprio Tutor di Stage.

 

CSS Valido!

CSS Valido!

Torna ai contenuti | Torna al menu